Vendere prodotti costosi o prodotti con margine inferiore?

Lo scopo principale di un’attività è quella di creare margine quindi utile, ma è più semplice farlo con prodotti che costano tanto o che costano poco?

Un caso realistico

Vi farò un esempio abbastanza realistico:

Ho un negozio e posso comprare diciamo 1.000€ di prodotti da vendere, posso scegliere tra un prodotto A che costa 1.000€ e posso rivendere a 2.000€ e un prodotto B che mi costa 100€ e che posso rivendere a 160€.

Ora potremmo fare un ragionamento molto semplice ovvero

Se scelgo il prodotto A compro 1 articolo che venderò a 2000€ facendo 1000€ di margine
Se scelgo il prodotto B compro 10 articoli, riuscirò a fatturare 1.600€ con 600€ di margine

Detto così la scelta è molto semplice, ma introduciamo una variabile molto importante ovvero il tempo, durante un anno quanti prodotti A riuscirò a vendere? E quanti prodotti B?

La variabile tempo

Già qui potrei scoprire che il prodotto A è vero che mi rende molto di più come ROI (Return On Investment) quindi margine verso spesa, ma magari per vendere quell’articolo ci metto diciamo 6 mesi (quindi 2 all’anno), mentre il prodotto B per rivendere i 10 pezzi ci metto 3 mesi, quindi 40 all’anno. Quindi ne consegue che:

Vendite 12 mesi

Prodotto A = 2 * 2000 = 4000 – (2*1000) = 2.000€ di margine
Prodotto B = 40 * 160 = 6.400 – (40*100) = 2.400€ di margine

Il rischio

Oltre alla variabile tempo dobbiamo considerare anche le variabili di rischio, banalmente il magazzino è un valore sottoposti al rischio di furto o altre “disgrazie”, al rischio di deprezzamento in base alla moda o alla velocità di innovazione, il rischio di news negative (scoppia uno scandalo sul brand del prodotto e la gente non vuole più comprare quel brand). In questi casi il nostro rischio è legato al valore di magazzino quindi tanto più un articolo “ruota”, quindi è veloce da vendere quindi velocemente esce dal magazzino, tanto inferiore è il rischio ovvero il valore residuo in magazzino. Questo ovviamente ammesso e concesso che possiamo fare un riordino quando serve (just in time) e non dobbiamo ordinare tutto a inizio stagione e stop.

Diciamo che a volte è meglio vendere costantemente le uova piuttosto che aspettare di vendere una gallina.

Photo by Clark Street Mercantile on Unsplash

 

E’ SOLO L’INIZIO NON PERDERTI LE PROSSIME PUNTATE